728x90 AdSpace

Breaking News

domenica 25 agosto 2013

La tragedia di Sellia Marina, l'ennesimo caso di infanzia negata

La cittadina del Catanzarese è rimasta shoccata; incredula, allibita. Un bambino di 12 anni, Matteo Battaglia, è stato travolto e ucciso sul colpo, a Sellia Marina, da un suv condotto da un cittadino romeno Andrei Valentin, di 26 anni, operaio residente a Botricello, nel catanzarese. L'incidente stradale è avvenuto sulla statale 106. Il mezzo ha investito il piccolo che si trovava davanti al negozio di frutta del padre e, successivamente, è finito contro altre due vetture i cui conducenti sono rimasti feriti, uno in modo grave. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i Vigili del fuoco. Il provvedimento di fermo è stato emesso dal pm di Catanzaro Vincenzo Russo ed eseguito dai carabinieri della locale stazione. E' stato sottoposto a fermo con l'accusa di omicidio colposo e guida senza patente. Per poter rimuovere le auto coinvolte dalla carreggiata si è reso necessario l'intervento di un'autogru dei Vigili del fuoco del comando provinciale di Catanzaro.
INFANZIA NEGATA, DAL PARADISO DELLE VACANZE, DELLA FAMIGLIA, DELLA SCUOLA E DELLA FRUTTA, ALL'INFERNO DELLA  STRADA INSANGUINATA
Domenico Salvatore
Nessun 118, ha potuto salvare la vita del bambino, Matteo Battaglia, rimasto incastrato, quasi spiaccicato contro un'automobile, parcheggiata sul lato sinistro del selciato; dopo essere stato preso in pieno e svolazzato in aria come un fuscello; prima di ricadere pesantemente contro un'altra  macchina, come un giocattolo rotto. Nessun volontario, avrebbe potuto sollevare quella montagna di lamiere contorte del fuoristrada, Grand Cherokee che s'era  appollaiato su un'utilitaria, parcheggiata ai margini della carreggiata; ammesso che al ragazzino fosse rimasto un anelito di vita in corpo. Intorno alle 7,30-80:00. Scene da film dell'horror. Urla di strazio, grida di dolore, sirene impazzite. Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza, Vigili urbani, vigili del Fuoco, Anas, giudici, ditte del caro estinto… avvocati, tribunali, cimiteri, galera. Strade insanguinate. Ogni estate," sorella morte" con la falce in mano, fa gli straordinari  a tutto spiano. E getta nel dolore, nell'angoscia, nell'incredulità, nella disperazione, intere famiglie; intere comunità. Appena qualche minuto, dopo il sinistro, l'Anas comunicava che la strada statale 106 "Jonica" fosse provvisoriamente chiusa al transito in corrispondenza del km 200,800, nei pressi del bivio per la frazione Calabricata e Sellìa Marina, in  entrambe le direzioni, a causa di un incidente mortale. 

Per fortuna non ci sono altre vittime. Antonio Garcea 44 anni, operaio rientrato in Calabria dopo tanti anni di Milano, rimasto miracolosamente in vita dopo che il "mostro" Cherokee, gli era piovuto addosso e schiacciato la sua Kia, come fosse di carta velina; e lo stesso investitore. Entrambi, versano in gravi condizioni all'ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro. Il ragazzino studente della scuola media, nel periodo estivo, si rendeva utile e si divertiva così; aiutava nonni e genitori, a sistemare le cassette di frutta, molto usata e consumata nel periodo estivo, dai turisti che affollano la rinomata spiaggia di Sellia Marina. Canticchiava e fischiettava felice e contento, come un fanciullo dietro l'aquilone sballottolato dal vento. La morte lo ha colto improvvisamente. Forse, nemmeno si è reso conto, che stesse per transitare nell'al di là. Un passaggio rapido e violento. I suoi compagni di scuola, appresa la ferale notizia, sono rimasti senza fiato e hanno pianto. Chi ha potuto si è fatto accompagnare dai genitori sul posto. Comunque hanno smanettato sul computer, alla ricerca di notizie più dettagliate e precise. E sono partiti i dolenti messaggi sul profilo di Facebook. Matteo Battaglia 12 anni, era figlio di un Carabiniere della Legione calabrese. Sono disperati i nonni ed i genitori, ma soprattutto il fratello Salvatore di 17 anni. 

A malapena, confortati da don Pino Cosentino, che cura le anime da queste parti. E dal sindaco Giuseppe Amelio che appresa l'angosciosa e triste notizia, si è portato immediatamente sul luogo della tragedia per stare vicino alla famiglia ed ai cittadini, così duramente colpiti dal destino crudele e beffardo. Intanto il tenente Anna Rosa D'Antuono, comandante del NORM, coordinata dal capitano Giovanni Di Nuzzo, comandante della Compagnia dei Carabinieri, tutti agli ordini del colonnello Salvatore Sgroi, comandante provinciale di Catanzaro, procedeva alle indagini e rilievi. Sovrintende al tutto, il p.m. di turno Vincenzo Russo, che si muove sotto le direttive del procuratore capo della Repubblica di Catanzaro, Antonio Vincenzo Lombardo. Stando alle prime voci, sembra che al cittadino  rumeno, fosse stata sospesa la patente perché positivo al test dell'etilometro ( guida in stato di ubriachezza); sulla strada non ci sarebbe traccia di frenatura. La domanda che molti si pongono è: a chi appartiene il fuoristrada coinvolto nel mortale incidente stradale? Sul luogo della tragedia sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco, che hanno sudato sette camicie per tirare giù il gippone ed estrarre il malcapitato operaio Garcea, che ha riportato ferite ed escoriazioni multiple e lacero contuse, stato di shock e trauma. Miracolosamente tirato fuori dall'abitacolo, si fa per dire, ancora vivo; sebbene trasportato in elicottero all'ospedale "Ciaccio-Pugliese" di Catanzaro. 

Dopo le contestazioni e le constatazioni  di rito, la salma del bambino verrà restituita alla famiglia per i funerali, che si svolgeranno a Sellia Marina. Intanto, si riaccende la polemica sulle tante, troppe morti, sulla "Statale fantasma o della morte". Tuttavia, sul banco degl'imputati non vi è solamente l'alta velocità, le responsabilità strutturali, meccaniche od elettriche, se non la distrazione e l'euforia. La linea della prevenzione, della repressione e del rigore, passa per nuovi provvedimenti allo studio del "Palazzo". Salta all'occhio l'ennesimo caso d'infanzia rubata. Vaso di coccio, fra due di ferro. Domenico Salvatore
 


MNews.IT
www.mnews.it

Stadio Online, le notizie sportive

Giochi Gratis

Calabria 24Ore .IT

NewsOn24.IT
  • @MNews.IT
  • ... the only one!
Item Reviewed: La tragedia di Sellia Marina, l'ennesimo caso di infanzia negata Description: Rating: 5 Reviewed By: Luigi Palamara
Scroll to Top